Mar. Mag 28th, 2024

IONOTEST – NAVE BELEM

di admin Apr28,2024

PORTERÀ LA FIAMMA OLIMPICA PER I GIOCHI DI PARIGI 2024

La Cassa di Risparmio è il principale mecenate del Belem dal momento in cui il gruppo lo ha acquistato dal suo proprietario italiano nel 1979. Essendo anche un partner premium dei Giochi olimpici e paralimpici di Parigi 2024, la nave a vela trasporterà la fiamma olimpica dalla Grecia alla Francia nel maggio 2024. A bordo ci saranno 15 giovani provenienti dalle aree prioritarie che attraverseranno il Mediterraneo e parteciperanno a un programma di inserimento. Partiranno dal porto del Pireo in Grecia fino a Marsiglia e saranno i giovani “esploratori” di questo evento sportivo, festoso e unificante. Il tre alberi centenario continua a scrivere la sua storia partecipando agli eventi internazionali più prestigiosi.

Nonostante il suo nome dal suono portoghese, il Belem è una nave di origine francese. Questa barca a tre alberi è stata lanciata a Nantes nel 1896. Questa nave che si può ancora vedere navigare e che talvolta si può anche visitare ha quindi più di 125 anni!
Il suo nome è un’abbreviazione di Betlemme in lingua portoghese. A Lisbona, all’imboccatura del fiume Tago, si trovano una capitania e una torre di vedetta chiamate così. Dall’altra parte dell’oceano Atlantico, Belém è anche un porto situato a nord-est del Brasile.
La barca a tre alberi con scafo in acciaio è stata chiamata così perché in questo porto brasiliano i primi proprietari della nave, gli armatori Crouan, hanno fondato un avamposto commerciale all’inizio del XIX secolo. Testimone della storia del XX secolo, il Belem ha sopravvissuto a due guerre mondiali, mentre altre navi a vela più grandi e potenti sono scomparse per sempre.
Nel 1939, la nave, allora di proprietà dell’industriale britannico Ernest Guinness delle birrerie Guinness, trova rifugio sull’isola di Wight. Miracolosamente risparmiata dai bombardamenti, serve da base per un’unità delle Forze navali francesi libere.

La storia del Belem è tanto lunga quanto movimentata. In più di un secolo, il famoso tre alberi ha cambiato tre volte nazionalità prima di ritrovare il tricolore del suo paese d’origine. Inizialmente è stato utilizzato per il commercio del cacao e ha servito a trasportare questa preziosa materia prima dalle Antille e dall’America del Sud per la cioccolateria Meunier. Successivamente è diventato una nave da diporto britannica. Nel 1914 è stato acquistato dalla Francia per essere trasformato in uno yacht di lusso per il duca di Westminster.  A partire dal 1951 è stato utilizzato come nave-scuola italiana sull’isola di San Giorgio Maggiore, prima di essere riacquistato dalla Caisse d’Epargne nel 1979 per assicurarne la conservazione nel patrimonio storico francese e il suo utilizzo come nave-scuola. Questa imbarcazione è stata classificata come monumento storico nel 1984, meno di due anni dopo il più grande veliero francese, La Duchesse Anne. Nel 1987, dopo cinque anni di restauro, è stato trasformato in una nave-scuola civile aperta a tutti.

La fiamma olimpica è stata accesa il 16 aprile a Olimpia davanti alle rovine del Tempio di Hera. Dal boschetto sacro di Olimpia, una staffetta di tedofori ha portato la fiamma per cinquemila chilometri attraverso la Grecia. Il percorso comprendeva diverse isole e una sosta notturna sull’antica Acropoli.

La fiamma olimpica è stata conservata durante la notte presso l’ambasciata francese ed è stata portata al porto del Pireo sabato mattina. L’8 maggio, la più antica imbarcazione a tre alberi della Francia entrerà nel porto di Marsiglia. La fiamma olimpica sarà poi portata in Francia da circa diecimila tedofori per 68 giorni.

La fiamma olimpica raggiungerà Parigi il 14 luglio, giorno festivo francese. Girerà per Parigi e la città fino alla cerimonia di apertura del 26 luglio. I Giochi della XXXIII Olimpiade si svolgeranno dal 26 luglio all’11 agosto.

Views: 26

By admin

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *