29 Novembre 2022

BACHECA

SCRIVI O SEGNALA UN ARTICOLO INSERENDO IL LINK

 
 
 
 
 
 
 
I campi contrassegnati con * sono obbligatori.
Ci riserviamo il diritto di eliminare messaggi non consoni.
23 messaggi.
admin admin pubblicato il 8 Marzo 2022 alle 13:27
Gli adolescenti proteggono i più piccoli. Li abbracciano stretti, quando la solitudine e la paura diventano un peso troppo grande da sostenere. Alcuni di loro scoppiano a piangere all'improvviso, mentre giocano, mentre mangiano. Molti, quasi tutti, hanno gli occhi pieni di tristezza. In Ucraina ci sono centomila bambini senza genitori che vivono in oltre 600 istituti sparsi in tutto il Paese; o perché madri e padri sono morti o perché li hanno abbandonati: troppo poveri per mantenerli. Da quando la guerra ha invaso le loro stanze, da quando i suoni sono quelli delle sirene d'allarme, è partito il ponte per portarli al sicuro. La Polonia è il primo approdo degli orfani. C'è un hub che governo e Caritas hanno allestito a Stalowa Wola, una cittadina ad un'ora e mezzo da Lublino. Lo hanno chiamato l'hub 'del sollievo': i bambini arrivano stanchi e affamati dopo ore, o spesso giorni, di viaggio. Vengono registrati e dopo una notte smistati nelle strutture più piccole sparse in tutto il Paese.
Gli adolescenti proteggono i più piccoli. Li abbracciano stretti, quando la solitudine e la paura diventano un peso troppo grande da sostenere. Alcuni di loro scoppiano a piangere all'improvviso, mentre giocano, mentre mangiano. Molti, quasi tutti, hanno gli occhi pieni di tristezza. In Ucraina ci sono centomila bambini senza genitori che vivono in oltre 600 istituti sparsi in tutto il Paese; o perché madri e padri sono morti o perché li hanno abbandonati: troppo poveri per mantenerli. Da quando la guerra ha invaso le loro stanze, da quando i suoni sono quelli delle sirene d'allarme, è partito il ponte per portarli al sicuro. La Polonia è il primo approdo degli orfani. C'è un hub che governo e Caritas hanno allestito a Stalowa Wola, una cittadina ad un'ora e mezzo da Lublino. Lo hanno chiamato l'hub 'del sollievo': i bambini arrivano stanchi e affamati dopo ore, o spesso giorni, di viaggio. Vengono registrati e dopo una notte smistati nelle strutture più piccole sparse in tutto il Paese.
admin admin pubblicato il 8 Marzo 2022 alle 13:23
METEO - mercoledì 9 marzo Nord: Condizioni di tempo stabile e ben soleggiato su tutte le regioni con cieli sereni o poco nuvolosi. Temperature in ripresa, massime comprese tra 10 e 14. Centro: Tempo soleggiato sulle regioni tirreniche, Umbria e Marche, qualche addensamento in Abruzzo ma senza fenomeni. Temperature stabili, massime tra 8 e 14. Sud: Migliora con cieli poco nuvolosi, salvo che tra Puglia, Lucania, Calabria e nord Sicilia un po' di nuvolosità con qualche rovescio, nevoso dai 500m. Temperature stabili, massime tra 7 e 12.
METEO - mercoledì 9 marzo Nord: Condizioni di tempo stabile e ben soleggiato su tutte le regioni con cieli sereni o poco nuvolosi. Temperature in ripresa, massime comprese tra 10 e 14. Centro: Tempo soleggiato sulle regioni tirreniche, Umbria e Marche, qualche addensamento in Abruzzo ma senza fenomeni. Temperature stabili, massime tra 8 e 14. Sud: Migliora con cieli poco nuvolosi, salvo che tra Puglia, Lucania, Calabria e nord Sicilia un po' di nuvolosità con qualche rovescio, nevoso dai 500m. Temperature stabili, massime tra 7 e 12.
admin admin pubblicato il 8 Marzo 2022 alle 13:22
DONNE - Alcuni studenti di Padova si sono presentati stamani a scuola vestiti con gonne e con lo smalto alle unghie, per mettere in luce la giornata dell'8 marzo. L'iniziativa è stata promossa dalla Rete degli studenti medi della città euganea, anche come segno di solidarietà contro molestie verbali nei confronti di ragazze vestite in gonna a scuola. "L'8 marzo non è un giornata di festa - dichiara Alice Miraglies, studentessa del Tito Livio - né una banale celebrazione delle donne. Non può più essere il giorno delle mimose e basta ma si deve parlare di temi legati alla condizione delle donne e in generale
DONNE - Alcuni studenti di Padova si sono presentati stamani a scuola vestiti con gonne e con lo smalto alle unghie, per mettere in luce la giornata dell'8 marzo. L'iniziativa è stata promossa dalla Rete degli studenti medi della città euganea, anche come segno di solidarietà contro molestie verbali nei confronti di ragazze vestite in gonna a scuola. "L'8 marzo non è un giornata di festa - dichiara Alice Miraglies, studentessa del Tito Livio - né una banale celebrazione delle donne. Non può più essere il giorno delle mimose e basta ma si deve parlare di temi legati alla condizione delle donne e in generale
admin admin pubblicato il 8 Marzo 2022 alle 13:20
MATTARELLI - "La nostra responsabilità di cittadini, di europei, ci chiama oggi a un più forte impegno per la pace, perché si ritirino le forze di occupazione e si fermino le armi, perché sia ripristinato il diritto internazionale e siano rispettate le sovranità nazionali. L'indifferenza di fronte all'arbitrio e alla sopraffazione è il peggiore dei mali. In gioco non c'è solo la libertà di un popolo ma la pace, la democrazia, il diritto, la civiltà dell'Europa e dell'intero genere umano". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando al Quirinale in occasione della Festa della donna.
MATTARELLI - "La nostra responsabilità di cittadini, di europei, ci chiama oggi a un più forte impegno per la pace, perché si ritirino le forze di occupazione e si fermino le armi, perché sia ripristinato il diritto internazionale e siano rispettate le sovranità nazionali. L'indifferenza di fronte all'arbitrio e alla sopraffazione è il peggiore dei mali. In gioco non c'è solo la libertà di un popolo ma la pace, la democrazia, il diritto, la civiltà dell'Europa e dell'intero genere umano". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando al Quirinale in occasione della Festa della donna.
admin admin pubblicato il 8 Marzo 2022 alle 13:19
UCRAINA - "Possiamo discutere e trovare un compromesso su come questi territori continueranno a vivere": lo ha detto alla ABC il presidente ucraino Volodymyr Zelensky riferendosi alla Crimea e alle "pseudo Repubbliche" separatiste del Donbass. "Sono pronto a un dialogo, non alla capitolazione", ha sottolineato. Intanto è scattata alle 9, ora locale (le 8 italiane), il cessate il fuoco in Ucraina per permettere l'evacuazione di civili da Kiev, Kharkiv, Mariupol, Chernihiv e Sumy secondo l'accordo siglato ieri a conclusione del terzo incontro negoziale tra la delegazione ucraina e quella Russa dopo il flop dei corridoi umanitari che non hanno avuto alcun esito.
UCRAINA - "Possiamo discutere e trovare un compromesso su come questi territori continueranno a vivere": lo ha detto alla ABC il presidente ucraino Volodymyr Zelensky riferendosi alla Crimea e alle "pseudo Repubbliche" separatiste del Donbass. "Sono pronto a un dialogo, non alla capitolazione", ha sottolineato. Intanto è scattata alle 9, ora locale (le 8 italiane), il cessate il fuoco in Ucraina per permettere l'evacuazione di civili da Kiev, Kharkiv, Mariupol, Chernihiv e Sumy secondo l'accordo siglato ieri a conclusione del terzo incontro negoziale tra la delegazione ucraina e quella Russa dopo il flop dei corridoi umanitari che non hanno avuto alcun esito.
admin admin pubblicato il 8 Marzo 2022 alle 13:19
Un paziente oncologico 30enne, originario della Moldavia, che era ricoverato a Kiev, è arrivato ieri sera ad Ancona dopo un lungo e difficilissimo viaggio attraverso Romania e Austria, per essere curato nel reparto di Clinica Oncologica dell'Ospedale regionale di Torrette; la moglie e la figlioletta di 5 anni, sono invece rimaste a Kiev.
Un paziente oncologico 30enne, originario della Moldavia, che era ricoverato a Kiev, è arrivato ieri sera ad Ancona dopo un lungo e difficilissimo viaggio attraverso Romania e Austria, per essere curato nel reparto di Clinica Oncologica dell'Ospedale regionale di Torrette; la moglie e la figlioletta di 5 anni, sono invece rimaste a Kiev.
admin admin pubblicato il 5 Marzo 2022 alle 2:59
SPAZIO - L'Europa sospende tutti i suoi lanci delle Soyuz, sia quelli dal Centro spaziale europeo di Kourou (Guyana francese) operati dall'azienda Arianespace, sia quelli dalla base russa di Baikonur, nel Kazakhstan, operati dall'azienda Starsem. Lo rende noto Arianespace, precisando di attenersi "rigorosamente alle sanzioni decise dalla comunità internazionale (Unione Europea, Stati Uniti e Regno Unito) in seguito all'invasione dell'Ucraina da parte della Russia".
SPAZIO - L'Europa sospende tutti i suoi lanci delle Soyuz, sia quelli dal Centro spaziale europeo di Kourou (Guyana francese) operati dall'azienda Arianespace, sia quelli dalla base russa di Baikonur, nel Kazakhstan, operati dall'azienda Starsem. Lo rende noto Arianespace, precisando di attenersi "rigorosamente alle sanzioni decise dalla comunità internazionale (Unione Europea, Stati Uniti e Regno Unito) in seguito all'invasione dell'Ucraina da parte della Russia".
admin admin pubblicato il 5 Marzo 2022 alle 2:57
UCRAINA - "La Nato è un'alleanza difensiva, noi non cerchiamo il conflitto. Ma se il conflitto viene da noi saremo pronti". Lo dice il segretario di Stato Usa Antony Blinken entrando al vertice dei ministri degli Esteri della Nato. La Nato "è e resterà unità" e agirà "con determinazione e rapidità", ha aggiunto Blinken che partecipa assieme agli Alleati al vertice dei ministri degli Esteri Nato a Bruxelles. Presenti alla riunione anche i ministri di Svezia e Finlandia, i due Paesi che sono ancora fuori dalla Nato ma la cui eventuale adesione è uno dei nodi sul tavolo della crisi tra Occidente e Russia.
UCRAINA - "La Nato è un'alleanza difensiva, noi non cerchiamo il conflitto. Ma se il conflitto viene da noi saremo pronti". Lo dice il segretario di Stato Usa Antony Blinken entrando al vertice dei ministri degli Esteri della Nato. La Nato "è e resterà unità" e agirà "con determinazione e rapidità", ha aggiunto Blinken che partecipa assieme agli Alleati al vertice dei ministri degli Esteri Nato a Bruxelles. Presenti alla riunione anche i ministri di Svezia e Finlandia, i due Paesi che sono ancora fuori dalla Nato ma la cui eventuale adesione è uno dei nodi sul tavolo della crisi tra Occidente e Russia.
admin admin pubblicato il 5 Marzo 2022 alle 2:55
UCRAINA: La cronaca in diretta di questa nuova giornata di guerra in Ucraina. L'Autorità russa per le comunicazioni ha annunciato il blocco di Facebook in Russia. Lo riporta l'agenzia russa Interfax. ----------------------------------------------------------- "Chiederemo conto ai responsabili dei crimini di guerra, compreso l'utilizzo indiscriminato di armi contro i civili, e sosteniamo le inchieste e la raccolta di prove, in particolare da parte del procuratore del Tribunale penale internazionale". Lo scrivono, a proposito dell'invasione russa dell'ucraina, i ministri degli Esteri del G7 in una nota congiunta dopo la riunione di oggi a Bruxelles.
UCRAINA: La cronaca in diretta di questa nuova giornata di guerra in Ucraina. L'Autorità russa per le comunicazioni ha annunciato il blocco di Facebook in Russia. Lo riporta l'agenzia russa Interfax. ----------------------------------------------------------- "Chiederemo conto ai responsabili dei crimini di guerra, compreso l'utilizzo indiscriminato di armi contro i civili, e sosteniamo le inchieste e la raccolta di prove, in particolare da parte del procuratore del Tribunale penale internazionale". Lo scrivono, a proposito dell'invasione russa dell'ucraina, i ministri degli Esteri del G7 in una nota congiunta dopo la riunione di oggi a Bruxelles.
admin admin pubblicato il 5 Marzo 2022 alle 2:54
METEO: domenica 6 marzo Nord: Soleggiato sul Triveneto; maggiore nuvolosità sul Nordovest, specie Piemonte, ma asciutto. Temperature stabili, massime tra 9 e 13; forti gelate notturne. Centro: Ancora locali rovesci tra Marche, Umbria e Abruzzo, nevosi a quote collinari; soleggiato o a tratti parzialmente nuvoloso altrove. Temperature in calo, massime tra 8 e 12. Sud: Tra sole e nubi irregolari con locali rovesci, nevosi a quote basse, più probabili sul versante Adriatico. Temperature stabili, massime tra 9 e 13, superiori in Sicilia.
METEO: domenica 6 marzo Nord: Soleggiato sul Triveneto; maggiore nuvolosità sul Nordovest, specie Piemonte, ma asciutto. Temperature stabili, massime tra 9 e 13; forti gelate notturne. Centro: Ancora locali rovesci tra Marche, Umbria e Abruzzo, nevosi a quote collinari; soleggiato o a tratti parzialmente nuvoloso altrove. Temperature in calo, massime tra 8 e 12. Sud: Tra sole e nubi irregolari con locali rovesci, nevosi a quote basse, più probabili sul versante Adriatico. Temperature stabili, massime tra 9 e 13, superiori in Sicilia.

Hits: 5007