10 luglio 2018

Posted by
  • Usciti dalla grotta Tham Luang i primi due ragazzi del gruppo di oggi, il nono e il decimo dall’inizio dell’operazione. Lo riporta il sito di informazione thailandese Khao Sod, che nei giorni scorsi aveva spesso dato anticipazioni simili rivelatesi poi corrette.  Sono riprese alle 10:08 locali (le 5:08 in Italia) le operazioni di recupero degli ultimi quattro ragazzi intrappolati nella grotta Tham Luang con il loro allenatore. Lo hanno appena dichiarato i responsabili dei soccorsi.
    A meno di imprevisti, tutte e quattro le persone ancora imprigionate nella grotta – tre ragazzi e l’allenatore – saranno riportate in superficie oggi. Lo ha dichiarato il responsabile dei soccorsi.
  • Il governo giapponese rende noto che almeno 134 persone sono state confermate morte in seguito alle forti piogge, le inondazioni e le frane che hanno colpito il Giappone occidentale. Ancora oltre 50 invece i dispersi, la maggior parte dei quali nella zona di Hiroshima.
  • “Con l’Italia e la Grecia ci saranno colloqui difficili, molto difficili, ma possono riuscire”. Lo ha detto il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer che, presentando il masterplan sull’immigrazione a Berlino, ha risposto a una domanda sui respingimenti dalla Germania dei migranti che hanno già chiesto asilo in quei Paesi.
  • YouTube investirà 25 milioni di dollari per nuove funzioni contro le fake news in vista delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti in novembre. L’obiettivo è dare maggior peso a nuovi video ‘autorevoli’ per assicurare che gli utenti abbiano ”accesso a un’informazione di alta qualità” spiega Neal Mohan, responsabile dei prodotti di YouTube.
  • Seimila euro di taglia saranno pagati dall’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente “a chiunque con le sue informazioni sia in grado di portare alla individuazione, denuncia e condanna definitiva dell’avvelenatore o degli avvelenatori dei cani di Chiare“. “Sono oramai 9 i cani avvelenati, si tratta di una vera e propria strage programmata, per questo motivo abbiamo deciso di mettere la taglia – dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA – diciamo da subito che le persone che ci telefoneranno dovranno poi denunciare ai carabinieri quanto di loro conoscenza in modo da portare alla individuazione del responsabile o dei responsabili di tali atti“. Noi aggiungiamo senza vergogna: Speriamo che chi è stato faccia la stessa fine subito.
  • L’ondata di caldo record in corso in Canada ha provocato la morte di 70 persone nella regione del Québec, nel nord-est del Paese.
    Solo a Montréal sono decedute 34 persone, secondo quanto reso noto dal Ministero per la Salute: nella città canadese 8 anni fa si registrarono cento vittime a causa del caldo.